Implantologia zigomatica

Implantologia Zigomatica

La mancanza di uno o più denti può avere un grande impatto sull’estetica del sorriso ma anche e soprattutto sulla sua funzionalità. Attività quotidiane e quasi scontate come mangiare o parlare, in caso di edentulia parziale o totale possono diventare difficili e provocare disagio. Presso il nostro studio odontoiatrico eseguiamo tecniche di implantologia diverse in relazione alle esigenze del paziente. L’implantologia zigomatica si utilizza in associazione agli impianti tradizionali nel caso di osso insufficiente nella mascella. Questa tecnica evita l’alternativa di interventi di innesto d’osso e lunghi tempi di attesa. La scelta implantologica si rende necessaria non solo per via di eventi patologici o traumatici, ma anche per naturale deterioramento dei tessuti e degli elementi dentari naturali. Gli impianti zigomatici sono impianti in titanio che vengono installati nell’osso zigomatico del mascellare grazie ai quali è possibile poter disporre di una dentatura fissa perfettamente utilizzabile nel giro di 24/48 ore dall’intervento. 

Il trattamento di implantologia è doloroso?

No, non è un trattamento doloroso in quanto al momento dell’inserimento dell’impianto viene somministrata anestesia locale per eliminare ogni possibilità di disagio.
Nel caso il paziente si sentisse particolarmente ansioso resta sempre possibile il ricorso all’ansiolisi.
Nel post-intervento vengono prescritti tutti farmaci necessari a evitare l’insorgenza del dolore.

Quali sono le fasi dell’implantologia?

Analisi preliminare

È necessario effettuare una prima visita con le opportune radiografie come ortopanoramica e/o TAC 3D, eventuali foto e impronte per lo studio del caso.

Preparazione all’intervento di implantologia

La seduta di inserimento dell’impianto dentale viene effettuata in un ambiente sterile, con l’utilizzo di strumentario dedicato a tale prestazione odontoiatrica, previa la somministrazione di un anestetico locale.

Sarà indicata la terapia farmacologica e le raccomandazioni da osservare per il periodo successivo all’intervento.

Come si sentirà il paziente dopo il trattamento di implantologia?

Dopo l’intervento si potrà avere un leggero gonfiore della zona trattata e una lieve dolenzia gestibile con i più comuni farmaci analgesici e antinfiammatori, quali paracetamolo, ketoprofene ed ibuprofene.
La terapia antibiotica sarà sempre prescritta per evitare l’insorgenza di infezioni che potrebbero compromettere la salute degli impianti.

Come ci si deve prendere cura dei denti dopo l’implantologia?

L’impianto dentale deve essere curato e controllato regolarmente come i denti naturali e pulito accuratamente a casa con spazzolino, scovolino e/o filo interdentale.
Nei giorni immediatamente successivi all’intervento è sconsigliata l’assunzione di alcuni cibi e bevande.

C’è un limite massimo di età per l’implantologia?

Non esiste un limite massimo di età per sottoporsi all’implantologia. Ad ogni età vengono prese in considerazione la situazione di salute generale.

C’è davvero motivo di avere paura dell’intervento?

No, sono interventi di routine. Ad oggi l’applicazione delle più moderne tecniche implantologiche, unite al costante aggiornamento dei nostri professionisti, permettono di minimizzare il disagio del paziente sia intra che post operatorio.

Quali sono le innovazioni tecnologiche nella moderna implantologia?

La TAC Cone Beam 3D presente a studio e la strumentazione moderna permettono una accurata pianificazione dell’intervento e una minimizzazione dei fastidi intra e post operatori oltre ad un’ evidente contrazione dei tempi del trattamento.

Professionalità, qualità e
trasparenza per il tuo sorriso.
Contattaci!